Curriculum di Silvana Rizzi

Silvana Rizzi è laureata in Lingue e Letterature straniere presso l’Università Bocconi di Milano.

Giornalista, libera professionista, da anni collabora con testi e foto con le maggiori testate italiane nel settore delle interviste, dei viaggi, della cultura, dell’arte, del costume e del benessere. E’ autore di guide e libri di viaggio, quali La Provenza (ed.White Star), Italie du Nord (ed.Mondeos-Parigi), Città d’Europa (Touring Club), Le 100 spiagge più belle del mondo (ed.Rizzoli).

Ha viaggiato in tutto il mondo come inviata di quotidiani e magazine, quali Vie del Mondo, Dove, Capital, Gentleman ecc. Dall’Europa, al Marocco, all’India, alla Siria, all’Algeria, alla Nuovo Caledonia, al Cile, agli Stati Uniti, all’Argentina; su ognuno di questi paesi ha pubblicato numerosi reportage.

Oggi collabora nel settore viaggi per Gentleman (Class Editori), Vanity.it, www.viaggivacanze.info. Ultimamente, con dieci colleghe, ha aperto il blog dalverdealrosa.it, dove cura la sezione in giro per il mondo. Fa parte del GIST, gruppo italiano stampa turistica.

Da parecchi anni esplora l’India, oggetto di numerosi articoli pubblicati sulla stampa nazionale italiana. Oltre alla passione per questo paese, ad attirarla nel Subcontinente è stata la storia straordinaria del prozio, il pittore Antonio Moscheni, nato a Stezzano nel 1850 e morto a Kochi nel 1905. A 35 anni, quando era un artista già noto nel suo paese, Moscheni entra a far parte dei Gesuiti. Giunto in India a Mangalore, nello stato del Karnataka, affresca la St.Aloysius Chapel con dipinti straordinari, tanto che il governo indiano nel 2000 emette francobolli ufficiali con i suoi quadri.
A più riprese, la stampa indiana, vedi The Hindu, Times of India, The Deccan, ha parlato di Silvana Rizzi in occasione delle sue visite a Mangalore.

Oggi Silvana Rizzi aiuta attivamente alcune istituzioni create dai Gesuiti a Mangalore: la St.Aloysius Boys Home e la Technical School St.Aloysius. Il suo interesse si rivolge in particolare a questa scuola, che accoglie 200 ragazzi e ragazze in situazioni economiche difficili. Per le ragazze ha organizzato un’attività sartoriale con successo in Italia.



Left_arrow Torna alla pagina principale

Aggiornato al 20 Novembre 2017